• L’Inghilterra controlla i conti stranieri

    Da gennaio gli istituti britannici verificheranno i conti dei clienti immigrati negli Uk

    Le banche britanniche inizieranno a effettuare controlli sull’identità dei titolari di conti a parti…

  • SIX si affida a JP Morgan per la sua unità di pagamento

    La banca americana è incaricata di valutare le opzioni della sua payment unit, il ramo maggiore del gruppo

    SIX group ha assunto una banca americana, la JP Morgan, per controllare e valutare le opzioni per la…

  • Fusioni e acquisizioni tra PMI stagnanti

    Secondo Deloitte, in totale, hanno avuto luogo 94 transazioni. Buona dinamicità anche in Ticino

    Le attività di fusione e acquisizione delle piccole e medie imprese svizzere non hanno subito grandi…

  • Impresa: svizzeri poco coraggiosi

    Secondo l’ultima edizione del Global Entrepreneurship Monitor solo l’8,2% degli elvetici ha creato la propria società negli ultimi tre anni

    Gli svizzeri restano timorosi in fatto di imprenditorialità. Secondo l’ultima edizione del Global En…

SIX delocalizza in Polonia

Il gruppo vuole ridurre i costi e crescere nell'Europa dell'Est. Nessun licenziamento previsto

Anche SIX deve risparmiare e per farlo delocalizzerà circa un centinaio di impieghi nel suo centro servizi di Varsavia. “Stiamo valutando quali attività effettueremo in Polonia dalla fine del 2018”, ha indicato un portavoce di SIX Group al Tages-Anzeiger, senza però fornire alcuna indicazione sul numero di collaboratori coinvolti. Secondo …

Maggiori dettagli

Scandalo FIFA: riciclaggio per ex impiegato Ubs e Julius Baer

Jorge Luis Arzuaga ammette di aver riciclato un giro di tangenti per un alto dirigente del football argentino

Un ex impiegato di Julius Baer e di Ubs è accusato di corruzione e riciclaggio nell’ambito dell’inchiesta su un giro di tangenti di milioni di dollari all’interno della FIFA, Federazione internazionale di calcio. Si tratta dell’argentino Jorge Luis Arzuaga, che si è dichiarato colpevole dei crimini a lui imputati a …

Maggiori dettagli

1MDB: gli Usa continuano il sequestro di beni

Dopo la confisca di un miliardo di dollari l'anno scorso, il DoJ ha annunciato di voler recuperare altri 500 milioni

Prosegue l’offensiva statunitense nell’ambito dello scandalo 1MDB.  Le autorità americane hanno, infatti, annunciato di voler recuperare oltre mezzo miliardo di dollari supplementari di attivi acquisiti con denaro distratto proprio al fondo malese. Già l’anno scorso gli Stati Uniti hanno agito per rastrellare circa un miliardo di dollari attraverso la confisca …

Maggiori dettagli

Status quo per la Bns

Continua la strategia espansiva della Banca nazionale svizzera attraverso tassi d'interesse negativi

La Banca nazionale svizzera comunica di mantenere invariata la propria politica monetaria espansiva, con l’obiettivo di stabilizzare l’evoluzione dei prezzi e sostenere l’attività economica. Il tasso di interesse sugli averi a vista detenuti presso la banca centrale svizzera rimane immutato a −0,75% e la fascia obiettivo per il Libor a …

Maggiori dettagli

Uber: il Ceo prende tempo

L'ad della società prende tempo per riorganizzare il team. E' necessario sgravarlo di alcune responsabilità

Uber, l’azienda che tanto fa tremare e arrabbiare la lobby dei taxisti in tutto il mondo, è in piena crisi tanto che il suo Ceo, Travis Kalanick, ha deciso di prendersi un’aspettativa “per motivi personali”. L’ad, in una mail interna, spiega di aver bisogno di tempo per lavorare su se …

Maggiori dettagli

Criptovalute a rischio bolla

Il fenomeno di bitcoin spopola, ma debolezze strutturali non garantiscono la stabilità di questa moneta

Le valute virtuali stanno letteralmente spopolando e nuovi conii spuntano come funghi. Non solo Bitcoin, che vale 2’800 dollari per una market cap di 45 miliardi, ma centinaia di altre cripto divise generano ormai un mercato che per la prima volta ha superato il tetto dei 100 miliardi di dollari …

Maggiori dettagli

Voluntary bis: si allunga l’elenco dei paradisi fiscali

La nuova circolare consente la regolarizzazione delle attività 2016 fino al 31 luglio e amplia la rosa dei Paesi black list

Per fare decollare la voluntary bis, Roma le sta provando tutte. L’ultima è quella di ampliare la lista dei paradisi fiscali dai quali è possibile regolarizzare i propri averi. Citando la nuova circolare delle Entrate, ora è possibile “estendere alcune agevolazioni ai contribuenti che detengono investimenti o attività di natura …

Maggiori dettagli

Listino prezzi diamanti all'ingrosso
(Rapaport -25%)

Colore Purezza Carati 0,50 Carati 0,75 Carati 1,00 Carati 1,50
River D IF €   2.825,00 €   4.970,00 €  14.438,00 €  29.295,00
River E IF €   2.197,00 €   3.976,00 €  10.951,00 €  21.762,00
Top Wesselton F IF €   1.848,00 €   3.505,00 €   9.277,00 €  19.042,00
Top Wesselton G IF €   1.709,00 €   3.243,00 €   7.672,00 €  15.171,00
Wesselton H IF €   1.569,00 €   2.982,00 €   6.208,00 €  12.136,00
Tutti i nostri diamanti sono certificati da primari Istituti riconosciuti internazionalmente (H.R.D., G.I.A., I.G.I.) e sono "Diamanti Etici" cioè importati esclusivamente con certificato di origine secondo le 4 risoluzioni ONU che ne garantiscono, in primis, la provenienza totalmente legittima. Rispettano infine il "Best Diamond Trade Practice" contro lo sfruttamento del lavoro minorile.
Siamo membri della più antica Borsa Diamanti di Anversa e possiamo reperire qualsiasi diamante, di qualsiasi purezza, colore e caratura, a prezzi concorrenziali.


Listino prezzi oro

Tipo Peso Prezzo
lingotto oro 999,9 mint 10 gr spot + 3,00%,
20 gr spot + 2,00%,
50 gr spot + 1,50%,
100 gr spot + 1,20%,
lingotto oro 999,9 cast 250 gr spot + 1,00%,
500 gr spot + 0,80%,
1 Kg spot + 0,50%,
Tutti i lingotti sono prodotti e marchiati da primaria Fonderia (Argor-Heraeus) con inscritto il titolo (999,9). Per chi è già nostro cliente, possibilità di comprare oro fisico a prezzo spot (senza ricarico).


Per maggiori informazioni visita il nostro sito internet www.esinv.ch oppure chiamaci
Logo IDB

Via G.B. Pioda 8, CH-6900 Lugano
Per informazioni: tel. +41 91 921 13 80 oppure www.esinv.ch