• Thiam si sfila dalla Davos nel deserto

    Il Ceo di Credit Suisse non parteciperà all'evento finanziario in Arabia Saudita a seguito dell'assassinio del giornalista Jamal Kashoggi

    Tidjane Thiam non dovrebbe partecipare al Future Investment Initiative, il noto summit dei top manag…

  • Il Giappone ottiene 400 mila dati bancari

    Le autorità fiscali nipponiche avviano una task force contro gli evasori fiscali

    L’Agenzia nazionale delle tasse giapponese ha raccolto circa 400’000 dati relativi a correntis…

  • Wilhelm Rohde nuovo CFO di Swisscard

    In nuovo Chief Finance Officer arriva da una lunga esperienza nel settore carte di credito tra cui American Express

    Il Board of Managing Officers (BMO) ha nominato Wilhelm Rohde nuovo CFO di Swisscard AECS GmbH. Il 1…

  • René Marty nuovo CEO di REYL Overseas Ltd

    REYL Overseas Ltd è una affiliata indipendente del Gruppo REYL registrata presso la SEC come investment advisor

    René Marty è stato nominato CEO di REYL Overseas Ltd, società svizzera indipendente di gestione patr…

Cosa resta di Marchionne?

Quattordici anni di mandato, una strada segnata, zero debiti e un tesoro di capitali, titoli e stock option agli eredi

Horror vacui direbbero i latini, ovvero paura del vuoto. Questo è il sentimento che invade le Borse al pensiero di un dopo Marchionne. Proprio come accadde con Apple alla scomparsa di Steve Jobs, al momento riuscire a immaginare il destino di FCA senza il suo leader dal pullover blu mette …

Maggiori dettagli

Ceo svizzeri con stipendi mediocri rispetto a Wall Street

Rispetto ai banchieri americani Sergio Ermotti e Tidjane Thiam hanno guadagni più modesti

Comparati a quelli di Wall Strett, i salari dei top manager svizzeri non appaiono così stratosferici. Altro che iniziativa Minder, i bancari americani puntano davvero alle stelle. Partiamo con Jamie Dimon, il nuovo Ceo di JP Morgan: secondo il portale Marketwatch, l’amministratore delegato del colosso americano nel 2017 ha portato …

Maggiori dettagli

Giugno: pochi fallimenti

Secondo Bisnode il mese scorso le saracinesche abbassate sono diminuite del 16% rispetto a un anno fa

Giugno è stato un mese clemente per quanto riguarda i fallimenti d’impresa. Secondo l’indagine della società di consulenza Bisnode,  nel mese di giugno le saracinesche abbassate sono diminuite del 16% rispetto a un anno fa. Praticamente, nel mese in rassegna, le aziende oggetto di una procedura fallimentare  412. Lo studio …

Maggiori dettagli

Julius Baer: exploit di utili semestrali

Utile netto in crescita del 26% a 444 milioni di franchi. Gli averi in gestione si sono attestati a 399,9 miliardi, in aumento del 3%

Nei primi sei mesi dell’anno Julius Baer ha registrato un solido rialzo degli utili: il netto è accresciuto del 26% a 444 milioni di franchi, se aggiustato dei costi legati ad acquisizioni e alla ristrutturazione del 19% a 480 milioni. Cifre che ben sorpassano le attese degli analisti che si …

Maggiori dettagli

Marchionne: triste addio a FCA

Convocato d'urgenza il Cda del gruppo. Il manager è in gravissime condizioni di salute e non tornerà alla guida dell'azienda. Nominati Camilleri e Manley Ceo di Ferrari e FCA

Un intervento chirurgico alla spalla è costato caro a Sergio Marchionne che versa in gravissime condizioni all’ospedale di Zurigo. Nulla di più si sa sulla prognosi di quello che è considerato uno dei più grandi manager del nostro secolo, ma quel che è certo è che non potrà più dirigere …

Maggiori dettagli

Rothschild Bank e Rothschild Trust: gravi violazioni nel caso 1MDB

La Finma chiude il procedimento di enforcement constatando gravi violazioni antiriciclaggio per i due istituti

Rothschild Bank AG e la sua filiale Rothschild Trust (Suisse) SA hanno gravemente violato le disposizioni in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro in correlazione al caso 1MDB. Lo rende noto l’Autorità di vigilanza dei mercati finanziari in un comunicato stampa odierno. Il procedimento di enforcement concluso dalla …

Maggiori dettagli

Cannabis: effetti stupefacenti in Borsa

All'indomani della legalizzazione dell'erba a uso medico in Canada, la società Tilray si lancia a Wall Street con strabilianti risultati

L’erba di Grace sbarca a Wall Street con Tilray, società canadese che produce e commercializza marijuana a uso medico, inebriando la Borsa newyorkese con performance da far girare la testa. Il titolo, infatti ha sfondato il 21% solo nella sua giornata d’esordio, con un prezzo ad azione superiore ai 23 …

Maggiori dettagli