• Alexandre Zeller nuovo associato di Lombard Odier

    Zeller lascia la presidenza di Credit Suisse Svizzera per entrare nella banca ginevrina come associato

    Dal prossimo 1°marzo, Lombard Odier avrà un nuovo gestore associato: Alexandre Zeller, attualmente m…

  • Bâloise AM: raccolta di oltre un milardo

    Dal lancio dell'attività la divisione di asset management ha segnato un ottimo afflusso di capitali

    Bâloise ha raccolto oltre un miliardo di franchi di afflusso netto di capitale nella gestione di att…

  • MoneyPark “ruba” Rogemoser a Avaloq

    Il broker ipotecario indipendente svizzero assume Michael Rogenmoser come COO, già responsabile nazionale di Avaloq per Svizzera e Liechtenstein

    MoneyPark, il principale broker ipotecario indipendente della Svizzera, si è aggiudicato Michael Rog…

  • Promozioni in Ubs Ticino

    La direzione regionale nomina nuovi Executive Director, Director, Associate Director e Authorized Officer

    La Direzione Regionale di UBS Ticino annuncia le promozioni per l’anno 2019. Al rango di Executive D…

Credit Suisse pronta ad alzare i tassi

Il nuovo regime fiscale americano impone all'istituto un rialzo dei tassi globali

Per far fronte ai cambiamenti del regime fiscale americano Credit Suisse dovrà adottare un tasso d’imposizione globale superiore per i servizi di banca. La percentuale effettiva per l’intero anno 2018 dovrebbe avvicinarsi intorno al 40%, contro il 36,8% di nove mesi fa. A comunicarlo è l’istituto stesso in una nota …

Maggiori dettagli

Ubs chiede autorizzazione per lasciare gli Uk

L'istituto avrebbe chiesto alle autorità britanniche di trasferire le attività londinesi in UBS Europe Se a Francoforte

Per essere pronta alla Brexit, Ubs avrebbe chiesto ai giudici londinesi l’autorizzazione di trasferire parte delle sue attività in Germania a patire da marzo. Il rumor, uscito da Bloomberg e confermato da un portavoce della banca, dice che l’intenzione dell’istituto è quella di spostare le attività della filiale inglese UBS …

Maggiori dettagli

Aziende svizzere preda dei cinesi

L'anno scorso il numero di acquisizioni di società svizzere da parte degli investitori cinesi è raddoppiato da 7 a 13. Tra le principali transazioni quella di Bally International

I cinesi hanno una predilezione per le aziende svizzere, tanto che il numero delle acquisizione di società rossocrociate da parte degli investitori del Paese orientale è addirittura duplicata l’anni scorso: come rivela EY nel giro di un anno sono passate da 7 a 13. Bally International, noto marchio di calzature …

Maggiori dettagli

Fondi d’investimento: crollo del mercato svizzero a fine 2018

A fine dicembre, il volume totale si attestava a 1041,3 miliardi di franchi, in calo del 4,6%, ovvero di 54 miliardi in un anno

Il crollo dei mercati finanziari che ha caratterizzato l’ultimo trimestre del 2018 ha affossato anche il mercato svizzero dei fondi d’investimento. A fine dicembre, il volume totale di questi ultimi si attestava a 1041,3 miliardi di franchi, in calo del 4,6%, ovvero di 54 miliardi in un anno. Secondo la …

Maggiori dettagli

Ubs assume un nuovo stratega

Si tratta di Victor Campos che sarà nuovo responsabile strategico e business development per l'unita svizzera di retail e corporate banking

Ubs è in procinto di assumere un ex banchiere di Santander, una sorta di guru strategico per la sua unità svizzera di retail e corporate banking. Si tratterebbe, secondo fonti del portale finanziario finews.com confermate da Ubs, di Victor Campos cui è stato proposto di diventare capo strategico e business …

Maggiori dettagli

Tagli in Julius Baer: ASIB non vuole aumento dei dividenti

Alla luce dei tagli al personale nell'istituto di credito, l'Associazione svizzera degli impiegati di banca pensa non sia opportuno un aumento dei dividenti agli azionisti

L’Associazione svizzera degli impiegati di banca (ASIB) si dice molto preoccupata dell’ulteriore taglio al personale annunciato da Julius Baer in occasione dell’annuncio dei risultati relativi al 2018. L’istituto ha motivato la ristrutturazione con i risultati negativi del 2018, al di sotto delle previsioni, e ha dunque annunciato una riduzione di …

Maggiori dettagli

Nestlé, l’azienda svizzera più capitalizzata

Su scala globale la multinazionale elvetica è solo 84esima. A dominare per valore sono i colossi americani come Amzon, Apple, Google e Microsoft

Non c’erano dubbi: è Amazon l’azienda più capitalizzata al mondo. Secondo la classifica Brand Finance Global 500, stilata dallo studio Brand Finance, il  valore della multinazionale americana ha segnato una crescita del 25% a 187,9 miliardi di dollari. Seguono Apple, con 153,634 miliardi, Google, con 142,755 miliardi, Microsoft, con 119,595 …

Maggiori dettagli