• Crolla il mito del banchiere svizzero: non è la categoria più pagata

    Nono sono i più i manager bancari i meglio retribuiti, ma quelli del ramo farmaceutico. Persino gli impiegati statali guadagnerebbero di più

    Il settore bancario non è più quello meglio retribuito in Svizzera. Secondo un’analisi dell’NZZ am S…

  • La BNS non molla

    A causa delle tensioni politiche all'estero, soprattutto in Italia e tra Bruxelles e Londra, i tassi negativi sono fondamentali per evitare l'apprezzamento del franco

    La Banca nazionale svizzera non molla, come dichiarato da Andréa Maechler, membro del direttorio, ch…

  • L’arte senza artista è ARTECONOMY

    In meno di due anni vendute 30 opere a dimostrazione di come il movimento sia precursore di alcune delle tendenze che ultimamente hanno affollato il panorama artistico internazionale

    Sono trascorsi due anni da quando la galleria d’arte Five Gallery di Lugano presentò “Arteconomy: ar…

  • Jan Van Leeuwen vice presidente di The North Face

    VF Corpration nomina Van Leewen General Manager e vice presidente del marchio di sportwear per la regione Emea

    VF Corporation, leader americano nella distribuzione di abbigliamento e accessori di marca e present…

Ubp soffre il franco, ma aumenta il patrimonio

Utili in lieve calo per Union Bancaire Privée che, nel 2015, ha sofferto la forza del franco e dei tassi d’interesse negativi registrando un risultato operativo pari a 152 milioni di franchi, contro i 163 del 2014. Restano stabili i proventi, invece, a 750 milioni di franchi. Aumentano i costi …

Maggiori dettagli

Dicembre mese debole per le vendite

Secondo i dati provvisori dell’ufficio federale di statistica, lo scorso dicembre le cifre d’affari del commercio al dettaglio corrette in base all’effetto dei giorni di vendita e dei giorni festivi sono diminuite dell’1,6% in termini reali rispetto a dicembre 2014. Sempre in termini reali , le cifre d’affari del commercio …

Maggiori dettagli

PostFinance vende Servizi debitori SA

PostFinance vende il 100% di Servizi debitori SA al gruppo Intru Justitia. La cessione rientra nell’ambito del piano dell’istituto di credito di concentrarsi sulle sue competenze di base. Stando  a un comunicato odierno, divulgato dalla banca, non sono previsti licenziamenti, ma verrà applicato un piano sociale per integrare i dodici …

Maggiori dettagli

Ubs incrementa gli utili del 79%

Ubs chiude il 2015 con il secondo miglior risultato dal 2008, anno dello scoppio della crisi finanziaria. Il primo istituto di credito svizzero chiude l’esercizio con un utile netto in rialzo del 79%, rispetto al 2014, a 6,2013 miliardi di franchi. I profitti del solo quarto trimestre sono stati pari …

Maggiori dettagli

Julius Bär in cifre rosse

Cifre rosse per Julius Baer che chiude il 2015 con un buco dell’utile netto del 67% a 121 milioni di franchi. Come spiegato dall’istituto di credito stesso, il pessimo risultato va ricondotto agli accantonamenti dedicati a regolare gli accordi fiscali con gli Stati Uniti. La sanzione da pagare al Dipartimento …

Maggiori dettagli

CS e Barclays: multa da 154 milioni di dollari

La SEC, autorità di controllo della Borsa americana, ha annunciato ieri che Credit Suisse e Barclays Capital dovranno pagare una multa complessiva pari a 154,3 milioni di dollari per arginare le accuse di malversazione relative alle loro piattaforme interne di brokeraggio, le cosiddette dark pool. Queste ammende, pari a 84,3 …

Maggiori dettagli

Mercati finanziari meglio regolati

Nel 2015 la Svizzera ha fatto importanti progressi nel campo della regolamentazione dei mercati finanziari. Alcune tappe sono, addirittura, state scavalcate per favorire lo scambio automatico di informazione e per introdurre le norme per le cosiddette ‘too big to fail’. Il Parlamento ha votato la nuova legge sull’infrastruttura dei mercati …

Maggiori dettagli