• Credit Suisse e KLARA facilitano le Pmi

    L'istituto e la società di Lucerna si uniscono in una partnership offrendo alle piccole e medie imprese un software per inoltrare in line le richieste di credito

    Credit Suisse e il fornitore svizzero di software KLARA creano una partnership per facilitare le pic…

  • EFG International torna a sorridere

    Dopo le perdite dovute anche all'acquisizione di BSI, l'istituto zurighese ritorna in utile e pensa di assumere. In progetto l'acquisizione di una società australiana

    Per EFG International il 2018 è stato l’anno del ritorno al profitto, dopo le difficoltà relative al…

  • Credit Suisse nomina nuovo capo EAM

    Nuove nomine nella Svizzera francofona: nominati responsabile asset manager indipendenti, capo EAM e COO

    Credit Suisse ha nominato Lionel Pilloud capo degli asset manager indipendenti per la regione franco…

  • Peter Derendinger nuovo presidente di Credit Suisse Svizzera

    Subentra a Alexander Zeller che diventa associato di Lombard Odier. Patrizia Pesenti sarà vice presidente

    Dal 1° marzo, Peter Derendinger sarà il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione di Credit …

Moda Ticino: nessun esodo in vista

Luisa Bernardini, direttrice dell’ufficio Ice-Agenzia di Berna, non ci sarebbe nessun disinvestimento di massa dalla Svizzera

Non ci sarebbe alcun esodo. Nonostante lo scalpore della vicenda di Armani, che ha deciso di riportare in Italia una grossa fetta dell’azienda di Mendrisio con dipendenti a seguito, il Ticino e la Svizzera non devono temere un effetto domino. Le voci che anche tutte le altre imprese della moda …

Maggiori dettagli

SECO in ansia sul personale qualificato

Eric Scheidegger, capo della Direzione della politica economica della SECO, crede che senza accordi bilaterali ci sarà una lotta sul personale qualificato e critica Tettamanti

La Segreteria di Stato dell’economia teme fortemente l’inizio di una lotta per la spartizione del personale qualificato in caso d’abbandono degli accordi bilaterali con l’Unione europea sottolineando che ad avere i maggiori vantaggi sarebbero quelle branchie che dispongono dei migliori collegamenti politici. A questo proposito Eric Scheidegger, capo della Direzione …

Maggiori dettagli

Borse: dall’Asia un buon inizio di settimana

Forte rialzo per Tokyo

Apertura di settimana positiva per le borse asiatiche. Tokyo mette a segno un rialzo dell’1,74%, sulla scia della ripresa del prezzo del greggio e del dato sugli ordinativi dei macchinari industriali in Giappone +15% in gennaio, dato superiore alle attese. Si resta comunque in attesa di ulteriori segnali dalla riunione …

Maggiori dettagli

Borse: l’Europa vola , New York positiva

Draghi spinge le borse Europee

In Europa è arrivato con un giorno di ritardo sui listini l’effetto benefico delle mosse della Bce per sostenere la ripresa nell’Eurozona, dopo la reazione tiepida di ieri oggi i mercati hanno messo a segno un deciso rialzo. Gli investitori hanno messo in secondo piano le parole di Draghi, che …

Maggiori dettagli

Basta analisi, ci vogliono i numeri!

I vari studi sulla situazione della piazza finanziaria, tra cui quello di Bak Basel, non fanno luce sulla situazione reale del Ticino. Senza cifre, impossibile tracciare un piano di soluzioni

Il Dipartimento delle Finanze del Canton Ticino ha commissionato all’istituto Bak Basel un’analisi sulle ‘Sfide e opportunità per la piazza finanziaria ticinese’ titolo, tra l’altro, dello studio stesso che è stato presentato, negli scorsi giorni, all’assemblea ordinaria dell’associazione Ticino for finance. Responso: ad oggi il settore finanziario contribuisce al 9% …

Maggiori dettagli

Intesa San Paolo punta sulla Svizzera

L'amministratore delegato del gruppo italiano conferma l'interesse di ampliamento sulla piazza elvetica

No a fusioni, sì a un ampliamento in Svizzera. Carlo Messina, Ceo di Intesa San Paolo ha dichiarato al giornale tedesco Handelsblatt di escludere operazioni straordinarie sull’istituto ma di procedere con ampliamenti verso l’estero. “Pur essendo una banca concentrata sull’Italia, ci posizioniamo fra le banche più virtuose d’Europa. Di recente …

Maggiori dettagli

Il caso Credit Suisse apre un precedente

Il fisco italiano potrebbe fare come l’Irs americana e avviare indagini su altre banche che avrebbero spinto i clienti a evadere l’euroritenuta

Da alcuni giorni Credit Suisse è ufficialmente indagata dalla procura di Milano per aver violato la legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, meglio conosciuta come 231/01. L’inchiesta sulle false polizze assicurative, fatte stipulare ai clienti per celare i loro averi alle Bermuda, è infatti sfociata in nuove perquisizioni negli uffici …

Maggiori dettagli