• L’inflazione ristringe i salari

    Nel 2018 i salari nominali sono cresciuti in media dello 0,5% rispetto al 2017, aumento che conferma la tendenza alla moderazione salariale osservata dal 2010, con dei tassi annui che non hanno superato il +1,0%. Le decisioni relative agli adeguamenti salariali per il 2018 sono state prese alla fine del 2017, quando l’inflazione per l’anno seguente era stimata al +0,2%, mentre si è poi attestata al +0,9%. Il potere d’acquisto dei salari, risultato dell’aggiustamento dei salari nominali all’inflazione, ha quindi registrato per il secondo anno consecutivo un calo, pari allo 0,4%. L’aumento dei salari effettivi (nominali) negoziato a titolo collettivo per il 2018 nell’ambito dei principali contratti collettivi di lavoro (CCL), cui è assoggettato quasi mezzo milione di dipendenti, è stato dello 0,3%. I salari nominali sono aumentati in media del 0,3% nel settore industriale, attestandosi pertanto al di sotto del tasso globale del +0,5% dell’insieme dell’economia svizzera. Le crescite più marcate sono state registrate nel ramo delle industrie chimica, farmaceutica, della cokefazione e della raffinazione (+1,7%) e nel ramo delle industrie della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche e di altri prodotti minerali non metalliferi (+1,1%). Il calo più importante dei salari nominali è invece stato registrato nell’industria del legno, della carta e della stampa (–0,4%), nonché nell’industria che fabbrica prodotti informatici, di elettronica, ottica, orologeria e apparecchiature elettriche (–0,3%). Il settore terziario ha segnato un aumento degli stipendi dello 0,5% e le evoluzioni più marcate dei salari nominali sono state osservate nei rami dei servizi finanziari, delle attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative (+1,5%), seguiti da quelli dell’editoria, degli audiovisivi, delle attività radiotelevisive e delle telecomunicazioni (+1,4%) e da quello delle attività informatiche e altri servizi informativi (+1,4%). In questo settore quattro rami hanno riscontrato un calo dei salari nominali, tra cui quello delle attività professionali, scientifiche e tecniche (–0,1%) e quello dei servizi postali e attività di corriere (–0,1%). Negli ultimi cinque anni il ritmo annuo medio della progressione dei salari reali è stato, per l’insieme dei salariati, dello 0,6% (+0,5% per gli uomini e +0,7% per le donne). In questo lasso di tempo l’evoluzione media dei salari reali del settore secondario è stata pari a +0,5% all’anno. Ad aver maggiormente influenzato l’andamento al rialzo dei salari reali durante questi cinque anni sono stati l’industria chimica e farmaceutica (+1,1%) e il settore della fabbricazione di prodotti informatici, elettronici, elettrici, ottici e dell’orologeria (+0,8%). Gli altri rami industriali hanno presentato tassi di crescita annui medi compresi tra +0,2% e +0,7%. Nello stesso lasso di tempo il settore terziario ha registrato un incremento annuo medio dei salari reali dello 0,6%. Le evoluzioni più marcate dei salari reali sono state osservate nel ramo dei servizi finanziari e delle attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative (+1,1%) e nel ramo delle attività di editoria, audiovisive, radiotelevisive e delle telecomunicazioni (+0,9%). Gli aumenti reali medi più contenuti sono stati per contro registrati nel ramo del trasporto e magazzinaggio (+0,1%) e in quello delle attività amministrative e di servizi di supporto (+0,3%).

    Nel 2018 i salari nominali sono cresciuti in media dello 0,5% rispetto al 2017, aumento che conferma…

  • Credit Suisse meglio del previsto

    Il primo trimestre è stato molto proficuo per il gruppo con un utile netto in rialzo dell'8% a 749 milioni di franchi

    Credit Suisse ha segnato un primo trimestre al di là di ogni aspettativa. Nel periodo in rassegna, i…

  • Stefania Oldrati responsabile External Asset Management per il Ticino

    Sostituirà Adalberto Donati ed entra a far parte anche del Regional Maangement Team

    Dal 1. maggio 2019 Stefania Oldrati assumerà in Credit Suisse la funzione di responsabile del settor…

  • Yve Stein nuovo Ceo di EdR Europe

    Con la sua esperienza trentennale nel private banking sostituirà Bernard Coucke dal 1° maggio

    Yves Stein è stato nominato Ceo di Edmond de Rothschild Europe. A partire dal 1° maggio prenderà il …

GAM to acquire Augustus Asset Managers Ltd.

GAM (UK) Ltd., a wholly-owned subsidiary of Julius Baer Holding Ltd., is to acquire Augustus Asset Managers Ltd., the successful London-based fixed income and foreign exchange investment management company. Closing of the transaction, the terms of which are not disclosed, is expected to occur at the end of April 2009, …

Maggiori dettagli

La FINMA esordisce in un contesto difficile

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA, costituita in un periodo alquanto difficile, è operativa dal 1° gennaio 2009. Le autorità oggetto della fusione sono state infatti messe a dura prova dalla crisi finanziaria e dalle ripercussioni sugli istituti a esse subordinati. Ora è giunto il momento, in collaborazione …

Maggiori dettagli

Il General Manager di ING DIRECT Italia, Bernd Geilen, incontra in un ?live meeting? gli utenti del forum di Finanzaonline.com

ING DIRECT, la banca diretta più grande in Italia, e Brown Editore,  gruppo editoriale specializzato nell’informazione economica e finanziaria, annunciano un evento unico nel suo genere: Il 2 aprile 2009 dalle ore 15.00 alle 17.00, Bernd Geilen, General Manager di ING DIRECT Italia, sarà a completa disposizione degli utenti del …

Maggiori dettagli

Nationale Suisse registra il secondo miglior risultato nella storia del gruppo assicurativo

Nationale Suisse ha realizzato il secondo miglior risultato nella storia del gruppo assicurativo nel 2008 con un utile netto di 73,7 milioni di franchi, in calo del 16,4%. L’utile sarebbe inferiore solo del 5,2% rispetto al risultato record del 2007, che era stato di 88,2 milioni, senza fattori straordinari, tra …

Maggiori dettagli

Un trentaquattrenne alla guida della Julius Baer!

Il Consiglio di amministrazione della Banca Julius Baer & Co. SA ha nominato Boris F. J. Collardi nuovo Chief Executive Officer dell’istituto. Il signor Boris Collardi, che attualmente ricopre la funzione di Chief Operating Officer, entrerà in carica il 1° maggio 2009 succedendo a Johannes A. de Gier. Boris Collardi, …

Maggiori dettagli

Indicatore UBS dei consumi in ulteriore calo

In febbraio l’indicatore UBS dei consumi ha subito una leggera diminuzione. Con 0,89 l’indicatore ha certo mostrato ancora una crescita dei consumi privati, tuttavia per la quinta volta consecutiva si attesta al di sotto della sua media pluriennale. Le prospettive per i consumi privati in Svizzera continuano, così, a farsi …

Maggiori dettagli

Promossa con buono la maggior parte delle banche svizzere

  Il servizio di confronto internet comparis.ch ha chiesto a oltre 2200 proprietari immobiliari di valutare la qualità del servizio dei principali istituti bancari svizzeri e le condizioni di tas-so d’interesse da questi offerte. Risultato: nella classifica, le banche cantonali della Svizze-ra tedesca superano bene l’esame, mentre per le banche …

Maggiori dettagli