• Finma severa con le criptovalute

    L'autorità di vigilanza dei mercati finanziari scioglie tre società bloccando E-Coin

    La Finma punta il faro sulle criptovalute e mette in chiaro che non soprassiederà su venditori di mo…

  • Ubs investe nelle nuove tecnologie

    Centinaia di milioni per sviluppare l'automatizzazione dei processi IT e avvicinare i clienti alla banca

    Ubs investirà, quest’anno, diverse centinaia di milioni di franchi per lo sviluppo delle tecnologie …

  • Fusioni e acquisizioni tra PMI stagnanti

    Secondo Deloitte, in totale, hanno avuto luogo 94 transazioni. Buona dinamicità anche in Ticino

    Le attività di fusione e acquisizione delle piccole e medie imprese svizzere non hanno subito grandi…

  • Impresa: svizzeri poco coraggiosi

    Secondo l’ultima edizione del Global Entrepreneurship Monitor solo l’8,2% degli elvetici ha creato la propria società negli ultimi tre anni

    Gli svizzeri restano timorosi in fatto di imprenditorialità. Secondo l’ultima edizione del Global En…

Falcon ha un nuovo presidente del Cda

Si tratta di Roberto Grassi, ex di BancaStato e Fidinam Group, che sostituirà Christian Wenger

Roberto Grassi, già in BancaStato e Fidinam Group, è il nuovo presidente del Consiglio di Amministrazione di Falcon e raccoglie il testimone di  Christian Wenger. Lo rende noto un comunicato della banca privata zurighese che, solo il 6 settembre scorso, aveva annunciato la nomina di Martin Keller a nuovo presidente …

Maggiori dettagli

Arrestato un altro ex operatore Ubs

L'accusa è di aver manipolato i prezzi nel commercio di metalli preziosi. La banca ha già patteggiato nel 2015

Un ex operatore commerciale di metalli preziosi di Ubs è stato arrestato settimana scorsa negli Usa per averne manipolato i prezzi. Per la vicenda l’istituto si è già accordato nel 2015 con il Dipartimento di giustizia americano pagando una pena pecuniaria per evitare il processo per alterazione delle divise e …

Maggiori dettagli

Banche più impegnate nell’ambiente

Cento investitori esortano le banche a fare di più contro il riscaldamento globale

Un gruppo di circa 100 investitori mondiali ha chiamato 62 grandi banche internazionali a impegnarsi di più nella lotta contro il riscaldamento globale. In una lettera inviata ai dirigenti di questi istituti, tra cui BNP Paribas, Société Générale, Citigroup, Goldman Sachs e Deutsche Bank, i suddetti  incoraggiano a fornire una …

Maggiori dettagli

Banchieri: l’Ue deve renderci conto

L'Associazione svizzera dei banchieri propone di interrompere gli aiuti ai Paesi dell'Est se non ottiene immediato accesso ai mercati

L’Associazione svizzera dei banchieri ha avanzato, in occasione della Giornata dei banchieri avvenuta ieri a Zurigo, un’idea per accelerare l’accesso delle banche nazionali ai mercati dell’Unione europea dalle quali gli istituti svizzeri sono attualmente esclusi. L’ASB esorta Berna a fare pressione utilizzando il “miliardo di coesione”, ovvero l’aiuto che la …

Maggiori dettagli

Credit Suisse: utile afflitto da spese

Sull’utile ante imposte peseranno circa 79,5 milioni di dollari per accordi extragiudiziari negli Usa

Credit Suisse ha reso pubblica una dispensa straordinaria, relativa al terzo trimestre, in cui chiarisce che sull’utile ante imposte peseranno circa 79,5 milioni di dollari a causa di procedimenti penali aperti negli Stati Uniti. Secondo un comunicato della banca, l’accordo extra giudiziario riguarda la vendita di prodotti strutturati legati alla …

Maggiori dettagli

BAK Basel: prospettive riviste al ribasso

La crescita dell'economia svizzera, per il 2017, sarà dell'1% anziché dell'1,4%. Meglio sarà nel 2018

BAK Basel ha abbassato le previsioni di crescita dell’economia svizzera all’1,0% per il 2017, contro l’1,4% delle sue precedenti stime. Le anticipazioni per il 2018 sono, invece, state rialzate al 2,3% a dispetto dell’1,8%.  Per il BAK, malgrado un contesto positivo, la crescita è accelerata moderatamente nel primo semestre. Nonostante …

Maggiori dettagli

Borsa svizzera costellata di IPO

In dieci anni incremento del 543% secondo il Barometro di Ernst & Young

Negli ultimi dieci anni gli ingressi alla Borsa svizzera hanno segnato un incremento degno di nota. Secondo il Barometro IPO di Ernst & Young, nell’ultimo decennio la progressione è stata del 543% e una diminuzione del 99% sulla base dello Swiss Performance Index elaborato tra il 2007 e questa settimana. …

Maggiori dettagli

Listino prezzi diamanti all'ingrosso
(Rapaport -25%)

Colore Purezza Carati 0,50 Carati 0,75 Carati 1,00 Carati 1,50
River D IF €   2.825,00 €   4.970,00 €  14.438,00 €  29.295,00
River E IF €   2.197,00 €   3.976,00 €  10.951,00 €  21.762,00
Top Wesselton F IF €   1.848,00 €   3.505,00 €   9.277,00 €  19.042,00
Top Wesselton G IF €   1.709,00 €   3.243,00 €   7.672,00 €  15.171,00
Wesselton H IF €   1.569,00 €   2.982,00 €   6.208,00 €  12.136,00
Tutti i nostri diamanti sono certificati da primari Istituti riconosciuti internazionalmente (H.R.D., G.I.A., I.G.I.) e sono "Diamanti Etici" cioè importati esclusivamente con certificato di origine secondo le 4 risoluzioni ONU che ne garantiscono, in primis, la provenienza totalmente legittima. Rispettano infine il "Best Diamond Trade Practice" contro lo sfruttamento del lavoro minorile.
Siamo membri della più antica Borsa Diamanti di Anversa e possiamo reperire qualsiasi diamante, di qualsiasi purezza, colore e caratura, a prezzi concorrenziali.


Listino prezzi oro

Tipo Peso Prezzo
lingotto oro 999,9 mint 10 gr spot + 3,00%,
20 gr spot + 2,00%,
50 gr spot + 1,50%,
100 gr spot + 1,20%,
lingotto oro 999,9 cast 250 gr spot + 1,00%,
500 gr spot + 0,80%,
1 Kg spot + 0,50%,
Tutti i lingotti sono prodotti e marchiati da primaria Fonderia (Argor-Heraeus) con inscritto il titolo (999,9). Per chi è già nostro cliente, possibilità di comprare oro fisico a prezzo spot (senza ricarico).


Per maggiori informazioni visita il nostro sito internet www.esinv.ch oppure chiamaci
Logo IDB

Via G.B. Pioda 8, CH-6900 Lugano
Per informazioni: tel. +41 91 921 13 80 oppure www.esinv.ch