• C’è ripresa, ma non negli Usa

    Secondo le stime del Fondo monetario la crescita globale persiste, ma rallenta in America

    La crescita dell’economa si conferma a livello mondiale, ma rallenterà negli Usa sia quest’anno che …

  • Il mattone ristagna

    I dati dell'Ufficio federale di statistica sugli investimenti in costruzioni restano piuttosto stabili

    Nel 2016 le spese per le costruzioni sono aumentate dello 0,5% in termini nominali rispetto all̵…

  • Impresa: svizzeri poco coraggiosi

    Secondo l’ultima edizione del Global Entrepreneurship Monitor solo l’8,2% degli elvetici ha creato la propria società negli ultimi tre anni

    Gli svizzeri restano timorosi in fatto di imprenditorialità. Secondo l’ultima edizione del Global En…

  • La cybercriminalità minaccia anche la Svizzera

    Quasi nove società su dieci sono state vittime di attacchi nel corso degli ultimi dodici mesi

    Le imprese elvetiche non vengono risparmiate dalla cybercriminalità. Secondo i risultati di un’inchi…

UBP: utili in rialzo del 21,6%

Si tratta di 109,5 miliardi di franchi. In rialzo del 12,5% anche i risultati operativi

Union Bancaire Privée annuncia che a fine giugno l’utile netto ammontava a 109,5 milioni di franchi, in crescita del 21,6% rispetto agli 89,9 milioni dello stesso periodo del 2016. I risultati operativi sono cresciuti del 12,5% anno su anno, dai 452,9 milioni di franchi svizzeri del primo semestre del 2016 …

Maggiori dettagli

Esportazioni da record grazie al pharma

Nei primi sei mesi, la crescita delle esportazioni è stata trainata soprattutto dai prodotti chimico-farmaceutici che hanno registrato un incremento del 7% segnando un record storico

La prima metà di quest’anno ha fatto segnare un notevole progresso sia nel campo delle esportazioni sia in quello delle importazioni. Mentre le prime toccano un livello record, le importazioni fanno registrare il più alto valore degli ultimi 8 anni. In ambedue le direzioni i prodotti chimici e farmaceutici hanno …

Maggiori dettagli

I primi sei mesi di banca Cler

L'aumento dei costi d’esercizio, rispetto al 1° semestre 2016, tira giù l’utile di 3,8 milioni di franchi

Banca Cler, già Banca Coop, trasmette i suoi primi risultati dal cambio d’insegna lo scorso 20 maggio. Nel primo semestre i proventi d’esercizio sono saliti di 2,4 milioni a quota 123,3 milioni, ovvero del 2,0% rispetto al 2016. Il risultato degli  interessi è cresciuto di 2,7 milioni attestandosi a 87,2 …

Maggiori dettagli

BRI: i prestiti internazionali impennano

Nei tre primi mesi dell’anno, la somma dai prestiti transfrontalieri accordati sono accresciuti di 437 miliardi di dollari

Secondo le statistiche della Banca dei regolamenti internazionali, l’attività dei prestiti internazionali è cresciuta nel primo trimestre 2017 grazie, in particolare, all’impulso dei crediti accordati dalle banche ai paesi emergenti. Nei tre primi mesi dell’anno, la somma dai prestiti transfrontalieri accordati dalle banche che dichiarato alla BRI sono accresciuti di …

Maggiori dettagli

Ipo più che mai

Nel primo semestre 83,4 miliardi. A tirare è la cina

Nei primi sei mesi dell’anno la situazione sui mercati azionari è stata prospera con collocamenti pari a 83,4 miliardi, in rialzo del 90%. A trainare il fenomeno è stata sicuramente una maggior fiducia sulla crescita globale e un calo della volatilità. L’indice Msci World delle Borse mondiali ha subito, da …

Maggiori dettagli

Svizzera maggior investitore nell’Ue

L'anno scorso abbiamo speso 60 miliardi di franchi, davanti agli Usa in contrazione del 76% sul 2015

La Svizzera è il paese che ha investito più denaro nell’Unione europea nel 2016. Con 55 miliardi di euro, circa 60 miliardi di franchi, il nostro Paese spodesta gli Usa che hanno speso 54 miliardi, in contrazione del 76% sull’anno precedente. Secondo una stima dell’istituto di statistica Eurostat, in generale …

Maggiori dettagli

Credit Suisse a buon punto col taglio dei costi

L'obiettivo è migliorare l'efficacia del 3% all'anno, ovvero risparmiare cento milioni l'anno. Previsti altri 6'500 tagli al personale

Credit Suisse sarebbe a buon punto col suo programma di riduzione dei costi e di effettivi nelle sue attività in Svizzera. Lo ha affermato il patron dell’unità svizzera,Thomas Gottstein, in un’intervista al quotidiano “Basler Zeitung”. Secondo il responsabile, circa due terzi del piano è stato compiuto. L’unità svizzera del gruppo …

Maggiori dettagli

Listino prezzi diamanti all'ingrosso
(Rapaport -25%)

Colore Purezza Carati 0,50 Carati 0,75 Carati 1,00 Carati 1,50
River D IF €   2.825,00 €   4.970,00 €  14.438,00 €  29.295,00
River E IF €   2.197,00 €   3.976,00 €  10.951,00 €  21.762,00
Top Wesselton F IF €   1.848,00 €   3.505,00 €   9.277,00 €  19.042,00
Top Wesselton G IF €   1.709,00 €   3.243,00 €   7.672,00 €  15.171,00
Wesselton H IF €   1.569,00 €   2.982,00 €   6.208,00 €  12.136,00
Tutti i nostri diamanti sono certificati da primari Istituti riconosciuti internazionalmente (H.R.D., G.I.A., I.G.I.) e sono "Diamanti Etici" cioè importati esclusivamente con certificato di origine secondo le 4 risoluzioni ONU che ne garantiscono, in primis, la provenienza totalmente legittima. Rispettano infine il "Best Diamond Trade Practice" contro lo sfruttamento del lavoro minorile.
Siamo membri della più antica Borsa Diamanti di Anversa e possiamo reperire qualsiasi diamante, di qualsiasi purezza, colore e caratura, a prezzi concorrenziali.


Listino prezzi oro

Tipo Peso Prezzo
lingotto oro 999,9 mint 10 gr spot + 3,00%,
20 gr spot + 2,00%,
50 gr spot + 1,50%,
100 gr spot + 1,20%,
lingotto oro 999,9 cast 250 gr spot + 1,00%,
500 gr spot + 0,80%,
1 Kg spot + 0,50%,
Tutti i lingotti sono prodotti e marchiati da primaria Fonderia (Argor-Heraeus) con inscritto il titolo (999,9). Per chi è già nostro cliente, possibilità di comprare oro fisico a prezzo spot (senza ricarico).


Per maggiori informazioni visita il nostro sito internet www.esinv.ch oppure chiamaci
Logo IDB

Via G.B. Pioda 8, CH-6900 Lugano
Per informazioni: tel. +41 91 921 13 80 oppure www.esinv.ch