• Credit Suisse fugge da Londra

    Il gruppo starebbe pensando di trasferire alcune attività dalla City verso altre città come Francoforte, Madrid e Parigi

    Credit Suisse sta valutando di spostare diverse sue attività con sede a Londra verso altre città eur…

  • EFG: aumento dei fondi in gestione

    L'istituto zurighese che ha acquisito BSI torna a crescere nel terzo trimestre

    EFG International ritorna a crescere nel terzo quarto dell’anno. L’istituto zurighese, a fine ottobr…

  • Serata speciale dedicata a ProRealTime a Lugano

    Il 21 novembre l’esperto di trading di IG Italia, Alberto Bettineschi, parlerà di trading al ristorante Gabbani a Lugano

    Martedi 21 novembre a partire dalle 18:30 un evento speciale avrà luogo al ristorante Gabbani a Luga…

  • Lantern Fund Forum e l’era del Fintech

    Il Palazzo dei Congressi si appresta ad accogliere, il 21 e 22 novembre, la settima edizione di un e…

Ogni banca centrale la sua criptovaluta

Questa l'opinione del presidente di Ubs, Axel Weber, nonostante il sistema bancario non sia ancora pronto all'avvento delle divise virtuali

Il presidente di Ubs, Axel Weber, sta esortando le banche centrali a creare la propria versione di criptomoneta. Secondo quanto dichiarato dal patron di Ubs al Financial Times, gli istituti d’emissione dovrebbero considerare di coniare la loro moneta virtuale. “Nonostante il settore pubblico guardi molto spesso ai rischi di questi …

Maggiori dettagli

Frontalieri con lo scudo

Il governo italiano potrebbe inserire nella manovra fiscale la possibilità di una regolarizzazione forfettaria per i frontalieri del 3%

Da Roma ne arriva una nuova: all’interno delle modifiche apportate al decreto fiscale dalla Commissione Bilancio del Senato rientra anche la possibilità di applicare ai lavoratori frontalieri ed ex residenti all’estero, iscritti all’Aire, uno scudo fiscale in miniatura pari al 3%. Questa novità metterebbe questa categoria di regolarizzare attività e …

Maggiori dettagli

HSBC: 300 milioni per far pace con la Francia

Il gruppo ha riconosciuto pubblicamente le sue lacune nei controlli all’epoca della Banca Privata svizzera

HSBC ha raggiunto un accordo con le autorità fiscali francesi per chiudere un processo relativo a violazioni fiscali commessi dalla sua filiale HSBC Private Bank in Svizzera. Quest’ultima dovrà versare 300 milioni di euro alle autorità del Paese, somma che sarà subito saldata. Il gruppo ha riconosciuto pubblicamente, e in …

Maggiori dettagli

L’Ocse promuove la Svizzera

Grande resilienza da parte del nostro Paese, ma serve concentrarsi su una maggiore crescita produttiva e una miglior previdenza per la vecchiaia

Più crescita e concorrenze e meno ostacoli al commercio. Questi sono i consigli che l’Ocse dà alla Svizzera nel suo rapporto sulla politica economica del Paese che, in linea di massima, è valutata positivamente. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico rileva che negli ultimi anni l’economia svizzera ha …

Maggiori dettagli

I fallimenti intaccano il Ticino

Aumento del 12% a ottobre nel nostro cantone, secondo i dati di Bisnode

A ottobre, il numero di fallimenti è aumentato del 6% e ha riguardato 5’655 società. Lo indica nel suo rapporto la società di consulenza Bisnode che tiene conto anche del numero di liquidazioni per motivi organizzativi, come espresso nell’articolo 731b del codice delle obbligazioni. Il rialzo dei casi d’insolvenza è …

Maggiori dettagli

Bsi: salva almeno a Milano

Chiusa la filiale comasca di EFG, ma resta quella milanese dopo la revoca delle misure di Bankitalia

Lo scorso maggio Bankitalia aveva notificato a EFG International, che ha rilevato Bsi dopo il ritiro della licenza a seguito dello scandalo 1MDB, una serie di provvedimenti che avrebbero dovuto portare alla chiusura delle filiali di Milano e Como. Questa azione arrivava a seguito del rilevamento, da parte del regolatore …

Maggiori dettagli

Credit Suisse paga 135 milioni di dollari agli Usa

Si chiude così il caso in cui la banca era accusata di manipolazione dei cambi

Credit Suisse ha comunicato, attraverso una nota stampa, di aver trovato un accordo con i regolatori dei servizi finanziari di New York. L’istituto pagherà 135 milioni di dollari ante imposte, somma che sarà contabilizzata nel quarto trimestre. L’accordo regola l’insieme delle accuse che  il Dipartimento dei Servizi finanziari dello Stato …

Maggiori dettagli

Listino prezzi diamanti all'ingrosso
(Rapaport -25%)

Colore Purezza Carati 0,50 Carati 0,75 Carati 1,00 Carati 1,50
River D IF €   2.825,00 €   4.970,00 €  14.438,00 €  29.295,00
River E IF €   2.197,00 €   3.976,00 €  10.951,00 €  21.762,00
Top Wesselton F IF €   1.848,00 €   3.505,00 €   9.277,00 €  19.042,00
Top Wesselton G IF €   1.709,00 €   3.243,00 €   7.672,00 €  15.171,00
Wesselton H IF €   1.569,00 €   2.982,00 €   6.208,00 €  12.136,00
Tutti i nostri diamanti sono certificati da primari Istituti riconosciuti internazionalmente (H.R.D., G.I.A., I.G.I.) e sono "Diamanti Etici" cioè importati esclusivamente con certificato di origine secondo le 4 risoluzioni ONU che ne garantiscono, in primis, la provenienza totalmente legittima. Rispettano infine il "Best Diamond Trade Practice" contro lo sfruttamento del lavoro minorile.
Siamo membri della più antica Borsa Diamanti di Anversa e possiamo reperire qualsiasi diamante, di qualsiasi purezza, colore e caratura, a prezzi concorrenziali.


Listino prezzi oro

Tipo Peso Prezzo
lingotto oro 999,9 mint 10 gr spot + 3,00%,
20 gr spot + 2,00%,
50 gr spot + 1,50%,
100 gr spot + 1,20%,
lingotto oro 999,9 cast 250 gr spot + 1,00%,
500 gr spot + 0,80%,
1 Kg spot + 0,50%,
Tutti i lingotti sono prodotti e marchiati da primaria Fonderia (Argor-Heraeus) con inscritto il titolo (999,9). Per chi è già nostro cliente, possibilità di comprare oro fisico a prezzo spot (senza ricarico).


Per maggiori informazioni visita il nostro sito internet www.esinv.ch oppure chiamaci
Logo IDB

Via G.B. Pioda 8, CH-6900 Lugano
Per informazioni: tel. +41 91 921 13 80 oppure www.esinv.ch